In mostra, la moda secondo National Geographic

“Il modo in cui ci vestiamo, il nostro aspetto dicono molte cose, sussurrano o strillano. Raccontano
la condizione economica, sociale, politica. Suscitano commenti eruditi di sociologi e antropologi,
per non parlare della stampa specializzata, che si pronuncia ogni stagione a ogni cambio di orlo. I vestiti provocano, irritano, seducono. Parlano di effimero ed eterno. Bisbigliano formule magiche…”, Cathy Newman

62 scatti di grande formato realizzati da maestri dell’obbiettivo come Jodi Cobb, Chris Johns e Eliza R. Scidmore, a Palazzo Madama, a Torino, fino al 2 maggio 2016 nella retrospettiva “Fashion”. Ideata e prodotta da National Geographic Italia e a cura di Marco Cattaneo, la mostra fotografica indaga il significato storico e culturale dell’abbigliamento e dell’ornamento e il concetto di stile, attraverso accostamenti inediti e inaspettati che illustrano come le passerelle di Milano e Parigi siano più vicine di quanto si creda alle foreste della Nuova Guinea o alle praterie dell’Oregon. Il modo di vestire e di decorare il corpo definisce, infatti, l’appartenenza sociale, economica, politica e religiosa e, dunque, la moda nasce dall’antico isitinto di apparire, esibire e chiarire la propria identità e, insieme, dalla necessità di differenziarsi dagli altri. Ecco perché, spesso, si dice che essa esprima allo stesso tempo l’effimero e l’eterno.

Jodi Cobb, Corea del Sud 2009, una modella vestita di seta danza alla sfilata di Hanbok.

Jodi Cobb, Corea del Sud 2009, una modella vestita di seta danza alla sfilata di Hanbok.

 

Close view of a geisha eating tofu with chopsticks.

Chris Johns, Giappone 1983, primo piano della bocca di una geisha che mangia del tofu con le bacchette a Kyoto.

 

Performing swimmers put on lipstick underwater.

J. Baylor Roberts, Stati Uniti 1944, due nuotatrici si esibiscono mettendo il rossetto sott’acqua a Wakulla Springs, vicino Tallahassee, in Florida.

 

An Ouled Nail girl wears a dowry of gold coins.

Lehnert & Landrock, Algeria 1922, una ragazza della tribù Ouled Nail indossa le monete d’oro della sua dote.

 

Scanned by: Retouched by: DT-JK QC'd by: DT-MB

James L. Amos, località non indicata 1981, una giovane donna indossa orecchini di platino.

 

An informal portrait of a Javanese mother and her nursing child.

Eliza R. Scidmore, Indonesia 1907, Isola di Giava, ritratto di una donna giavanese mentre allatta il suo bambino.

 

These two women's wealth is symbolized by their hair styles.

Horace Brodzky, Mongolia 1921, le acconciature delle due donne sono il simbolo della loro ricchezza.

 

Scanned by: Retouched by: DT-PK QC'd by: DT-RJ

Luis Marden, Stati Uniti 1939, una ragazza indossa un originale cappello di paglia intrecciata tipico del Texas.

 

Young Asaro mudmen at the annual tribal sing-sing at Garoka.

Jodi Cobb, Papua Nuova Guinea 2000, giovani “uomini di fango”all’annuale festival tribale di Goroka.

 

Picture 016

W.E. Garrett, Laos 1974, una donna Hmong e suo figlio con il copricapo tradizionale.

 

Women pose, in their beach attire, on a white sand beach in Florida.

Clifton R. Adams, Stati Uniti 1929, donne in tenuta da spiaggia in posa sulla sabbia bianca della Florida.

 

A couple at a party at the Casino of Venice.

Jodi Cobb, Italia 2008, coppia a una festa nel Casinò di Venezia.

 

PM_Fashion_12

Jodi Cobb, Taiwan, spose e invitati posano per i fotografi al mausoleo di Chiang Kai-Shek a Taipei.

 

PM_Fashion_13

Eliza R. Scidmore, Sri Lanka 1907, sofisticate cavigliere e anelli ornano il piede di una danzatrice Tamil.

 

PM_Fashion_14

Jodi Cobb, Russia, su una passerella moscovita, una modella sfila mostrando ogni dettaglio del suo elegante abito.

 

PM_Fashion_15

Jodi Cobb, Russia, una modella sistema il suo abito decisamente originale ornato da grandi cucchiai.