Woolrich apre il primo store a Milano: un’esperienza emozionale a 360°

“Differenziare l’esperienza di acquisto fisico rispetto all’online, connotandola al meglio e pur creando una forte integrazione con il web. Da qui – spiega il Global Creative Director di Woolrich International (nata nel 2016 dalla fusione tra Woolrich Europe e Woolrich Inc.) Andrea Cané, siamo partiti nell’immaginare questo spazio che diventa un viaggio emozionale all’interno del brand”.
Il nuovo Woolrich Store di Corso Venezia 3, il primo in assoluto a Milano del brand, infatti, risulta più che mai rivoluzionario e innovativo grazie alla presenza di alcune aree pensate ad hoc proprio per coinvolgere il cliente a 360°, offrendogli un’esperienza davvero indimenticabile.

Superata la Lounge Area, in cui è stato creato un museo per ripercorrere la storia del brand e dove sono presenti alcuni “pezzi chiave” dell’heritage di Woolrich, accanto alla charge e coffee station, infatti, è situata la Custom Area, in cui è possibile personalizzare i capi acquistati grazie ad alcuni macchinari speciali e grazie alla consulenza full time di una Techno-Première, ovvero di una sarta esperta in grado di consigliare il modo migliore in cui collocare patch, borchie, applicazioni e ricami.

Molto caratteristica, poi, la Extreme Weather Experience Room. Qui le pareti sono coibentate e sono presenti delle speciali apparecchiature per ottenere il freddo a basso consumo energetico, raggiungendo una temperatura che va a -20° in inverno e a +5° in estate. Quale modo migliore per sperimentare effettivamente l’efficacia indiscussa dei capi Woolrich se non simulando condizioni estreme per cui gli stessi modelli sono stati progettati?

Ma non è finita qui, perché all’interno dello store, nella parte più interna della boutique, è presente anche una Green Area. Travolta dalla luce naturale di un cubo a vetri, propone una serie di piante ad opera di Green Fingers, Azienda giapponese specializzata in gardening alternativo guidata da Satoshi Kamawoto che, dopo l’opening di Tokyo e New York, ha aperto ora il primo punto vendita in Europa.

Ma “l’obiettivo finale va molto al di là della pura vendita – prosegue Cané – il flagship store Woolrich di Corso Venezia vuole accogliere il pubblico, farlo sentire come in un lounge, in cui viene accolto, in cui vengono offerti servizi di esperienze, e dove viene raccontata una storia. Per questo motivo tutto il personale è stato selezionato con la massima cura e sottoposto a serio processo di formazione. Qui il cliente può fare domande, soddisfare le proprie curiosità, interagire con chi sa trasmettere una conoscenza profonda del prodotto, perché la fondamentale differenza tra on e off line sta nelle persone”.