Con Supersalone e Fuorisalone Milano ritorna capitale del design

Ha superato le più rosee aspettative questa edizione settembrina del Salone del Mobile, in attesa del tradizionale appuntamento di aprile: sono stati, infatti, registrati al Supersalone nella Fiera di Rho ben 60000 visitatori, più della metà buyer e operatori del settore, il 47% dei quali provenienti dall’estero. E tra le vie di Milano si sono finalmente sentiti risuonare di nuovo tanti idiomi stranieri, come accadeva prima della pandemia, grazie anche alle centinaia di eventi del Fuorisalone. Una vera e propria ripartenza piena di speranza per il futuro, come è stato sottolineato anche dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella intervenuto all’inaugurazione. Tante le proposte di arredo dai 425 brand espositori, dai 170 giovani studenti provenienti da 22 Paesi e dai 39 designer indipendenti che hanno presentato le realizzazioni di questi ultimi 18 mesi che non sono stati di fermo, ma di grande creatività nel mondo del design. La casa del futuro vuole essere allegra e si riempie di tanti colori, come nelle proposte di Driade: i tavolini Sangaku, disegnati da Elena Salmistraro, ispirati alla cultura giapponese, sono in vetro nelle tonalità di azzurro, verde, giallo e antracite, e recano impresse sulle superfici circolari immagini variopinte.

photo Iacopo Barattieri

bassasangaku-still-2ph-iacopo-barattieri bassasangaku-still-7ph-iacopo-barattieri bassasangaku-stillph-iacopo-barattieri